prev next

Ritratto di una collezione

BRUNO MUNARI
dal 24 settembre 2015 al 24 ottobre 2015
a cura di Riccardo Zelatore

Galleria Giovanni Bonelli è lieta di ospitare nei propri spazi una mostra dedicata al poliedrico artista milanese Bruno Munari. Curata da Riccardo Zelatore la mostra offre al pubblico una campionatura dei principali periodi dell’attività dell’artista.

Viene proposto un corpus importante di opere, tra loro anche molto eterogenee, che permette di cogliere il vero filo conduttore dell’attività di Munari: il suo metodo progettuale. In mostra si passa dai primi esiti di connotazione futurista alle Macchine aeree, dai Negativo-positivo alle Sculture da viaggio, dai Libri illeggibili ai pezzi di design, dalle Curve di Peano agli ultimi esiti della sua incessante ricerca.

L’esposizione sottolinea alcuni aspetti peculiari dell’opera di Munari, come ad esempio il rapporto con il mondo della didattica e la collaborazione, praticamente ininterrotta, con molte delle riviste italiane dedicate al progetto, alla comunicazione, all’arte. Il percorso allestitivo mette in relazione settori disciplinari diversi che per Munari rappresentano fasi distinte di un’attività progettuale senza soluzione di continuità.

La mostra si basa sul ricco patrimonio di opere di Munari conservate da Casaperlarte – Fondazione Paolo Minoli, soggetto nato a Cantù nel 2004 su iniziativa dello stesso Minoli, egli stesso artista e grande amico di Munari.

 

 

COM STAMPA