prev next

BEHEMOTH. The deep surface

dal 12 marzo 2015 al 11 aprile 2015
a cura di Federico Mazzonelli

A cura di Federico Mazzonelli

12 marzo | 11 aprile 2015 

La mostra vuole essere un omaggio a Behemoth, il pesce cosmico, creatura mitica annoverata nel libro di Jorge Luis Borges Manuale di zoologia fantastica del 1957. Nel testo il pesce cosmico è l’ultima creatura sotto una serie di altre creature mitologiche che sostengono la terra, separandola dall’acqua e dall’oscurità. A questo soggetto l’immaginazione visionaria di Aldo Mondino ha donato un paio di lunghe gambe umane (…)

Si dice che Behemoth, aprendo per la prima volta i suoi occhi nell’aria, abbia scoperto il lento mutare della superficie marina che lo circondava. Nel suo sguardo sorpreso l’orizzonte era divenuto un caleidoscopio di colori che mutano per forma e per intensità (…)

 

Opere di: Carla Accardi, Pierpaolo Calzolari, Peter Halley, Luigi Mainolfi, Aldo Mondino, Robert Pan, Piero Pizzi Cannella, Carol Rama, Peter Schuyff, Ettore Spalletti, Philip Taaffe, Marco Tirelli.

 

 

 

com stampa def_ behemoth